La cefalea (detto banalmente “mal di testa”) è un disturbo molto diffuso, può essere occasionale o cronico, di lieve intensità fino a un dolore acuto e prolungato, quindi invalidante.

Stress, ormoni, stati d’ansia, predisposizione familiare, depressione o altre patologie: queste sono le cause più comuni delle cefalee.

Per una corretta terapia occorre innanzitutto giungere ad una corretta identificazione, visto che ciascuna tipologia di cefalea può avere diverse cause e viene trattata in modi differenti.

 La tipologia più comune è l’emicrania, caratterizzata da dolore pulsante concentrato su un lato della testa; la cefalea muscolo-tensiva, spesso descritta come una sorta di cerchio alla testa, ha tipicamente una intensità più lieve e non è invalidante; cefalea a grappolo, caratterizzata da un intenso dolore trafittivo localizzato dietro un singolo occhio, e che colpisce prevalentemente la popolazione di sesso maschile.

Esistono poi tipologie più rare: la cefalea cronica, l’emicrania cronica parossistica, le cefalee secondarie, le nevralgie.

È importante sottolineare che per ogni tipologia esiste una specifica terapia farmacologica e comportamentale, che non va mai improvvisata per non aggravare ulteriormente la situazione e non ostacolare la corretta diagnosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *